Dovevano morire

Roma Capitale ieri sera ha firmato l’ennesima vergogna di questa gestione! Il Comune di Roma nella persona che rappresenta l’Uff. Tutela e Diritti degli Animali, Marcello Visca, ha procedo con l’abbattimento di 7 animali, una madre e 6 cuccioli indifesi. Nella giornata di ieri si era svolto, presso L’Assessorato all’Ambiente presieduto da Marcello Visca, un tavolo tecnico al quale erano presenti: Luigi Iacopucci della Polizia locale Roma Metropolitana, Giugliano Giombolini della ASL RM3, Antonello Ricci del Comando Generale Polizia Roma, Marisa Trovato della Direzione Agricoltura Regione Lazio, Marco Sulli della ASL RM1, Ada Santonastasio della Direzione Rifiuti Roma Capitale, Paola Samaritani volontaria. Era assente la L.A.C nella persona di Roberto Vecchio responsabile per il Lazio. Assenza ingiustificata dopo l’adesione della L.A.C alla risoluzione positiva della vicenda della famiglia di cinghiali. Tuttavia al termine della riunione tecnica si decideva l’abbattimento dei cinghiali. Animal Aid Italia, appresa la notizia contattava il Presidente della Comm. Ambiente, Daniele Diaco, che suggeriva di inviare subito una mail a: Ass.re all’Ambiente Laura Fiorini, Ass.re Marcello Visca, Presidente Dianiele Diaco e Emanuele Penna XIII Municipio, nella cui mail Animal Aid Italia dichiarava di volersi assumersi ogni onere e ogni responsabilità per lo spostamento dei cinghiali presso un’oasi dedicata già allertata, con l’impegno della sterilizzazione e il monitoraggio, in collaborazione con le strutture degli Enti Locali, relazionando al Comune di Roma ogni evento. Animal Aid Italia non ha ricevuto nessuna risposta in merito a questa proposta risolutiva. Piuttosto i responsabili dell’Ass.to all’Ambiente hanno proceduto all’abbattimento della famiglia di cinghiali, rinchiusa in un giardino pubblico con un imponente schieramento di forze dell’ordine, davanti a volontari animalisti, liberi cittadini con i loro figli, davanti al noto veterinario Federico Coccia e ai media (Striscia la Notizia) che chiedevano di salvare gli animali. Ricordiamo che in base al protocollo d’intesa della Reg Lazio del 24/05/2019 i cinghiali possono essere donati ad associazioni et altre organizzazioni senza fini di lucro previa verifica sanitaria a condizione che siano utilizzati per scopi benefici. Lunedì p.v. Animal Aid Italia presenterà esposto-denuncia presso la Procura della Repubblica di Roma per chiedere di rilevare gli eventuali reati di maltrattamento continuato di animali e uccisione aggravata degli stessi per futili motivi. Evidenziamo una condotta assolutamente ignobile ed incivile da parte delle Istituzioni di Roma Capitale che nonostante l’offerta di risoluzione di Animal Aid Italia, ha proceduto senza pietà all’abbattimento dei cuccioli che non erano mai stati segnalati come animali pericolosi. Animal Aid Italia non si fermerà finché i responsabili non avranno risposto presso le Sedi Istituzionali di una azione criminale e chiederà contezza degli oneri e delle spese affrontati per il coinvolgimento di Polizia antisommossa, Polizia locale e Digos per l’uccisione di 6 cuccioli di cinghiale e della loro madre. Vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *