Presidio contro il circo con Animali

Torna di nuovo il circo con tutti i suoi consueti orrori per lo sfruttamento, prigionia, metodi coercitivi con i quali obbligano gli animali ad eseguire esercizi innaturali (frusta, bastone, fame, fuoco, elettricità), nonostante il Sars_Covid_2, per il quale il nostro governo ha vietato l’accesso al pubblico negli stadi, palasport, discoteche, stranamente concede il permesso per il pubblico pagante ai circhi che hanno tendoni al chiuso…
Pertanto domenica 20 settembre c.a., dalle 18:00 alle 21:30 saremo presenti ad Aprilia (Lt) in via Cattaneo, dove distribuiremo volantini informativi ed inviteremo gli adulti a non portare i propri figli ad assistere alla vergognosa esibizione di animali in via di estinzione, sedati e maltrattati, uno spettacolo diseducativo e traumatico per i piccoli che non potranno capire perché vengono ridicolizzati e frustati animali che non dovrebbero essere oggetto di spettacolo.
L’Italia è l’unico paese in Europa che finanzia i circhi con oltre 6 milioni di euro l’anno di denaro pubblico, che finisce nelle tasche delle strutture che emettono più biglietti nell’anno precedente.
Molti paesi in Europa hanno vietato i circhi con gli animali, e l’Italia ancora una volta dimostra di avere una classe politica in gran parte corrotta e connivente con i grossi interessi dietro lo sfruttamento degli animali, sia a livello locale, che regionale e nazionale.
Noi non accettiamo queste imposizioni. Continueremo a combattere queste sporche connivenze locali e ci batteremo per coinvolgere i parlamentari che seguono e supportano con il loro lavoro in Parlamento per vietare anche in Italia gli animali nei circhi e valorizzare ed aiutare le strutture circensi senza animali.
Aprlia è raggiungibile con 34 min di treno dalla stazione Termini con direzione Nettuno, e fermata ad Aprilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *