Siete Infami

“Già, chi sono gli infami? Il servizio del TG2 in cui hanno annunciato la “liberazione” di 9 macachi, dopo anni di prigionia, privazioni e sperimentazioni, dimostra tutta l’arroganza e la prepotenza dei vivisettori. Infatti il genio #Grignaschi di “Research 4 life” (nota macelleria intensiva per la ricerca del nulla) ha affermato che “purtroppo non si può fare a meno degli animali” ed ora questi vivisettori potranno finalmente utilizzarli anche per xenotrapianti e sostanze d’abuso, con la compiacente firma del Ministro #Speranza posta sull’ignobile proroga, concessa e giustificata grazie ad un’ apposita relazione vecchia di 3 ANNI, redatta dall’Istituto Zooprofilattico di Brescia, che certifica che “non esiste in Italia alcuna metodologia di ricerca alternativa o sostitutiva”! Un vero bluff! Un Istituto che usa sempre animali, che organizza, presiede e controlla i convegni sulle 3R, il Tavolo Ministeriale per la promozione di ricerche alternative, che consente di far conoscere gli studi e le ricerche senza animali di numerose università italiane, ma che poi, al tempo stesso, le certifica inattendibili e le nega, grazie al sostegno della componente politica prezzolata, che destina investimenti pubblici e risorse umane solo ai centri che utilizzano animali.
Alcuni politici stanno cercando di informare il Ministro sulla reale situazione della ricerca senza animali e sul diabolico progetto dei vivisettori e delle industrie farmaceutiche coinvolte nell’ impedire l’evoluzione scientifica in atto, tuttavia questi promotori dei metodi sostitutivi hanno bisogno di un sostegno da parte della società civile e della comunità scientifica, che noi stiamo sollecitando a partecipare per rappresentare e dimostrare l’eccellente livello di studio e ricerca di metodologie sostitutive presenti nel nostro Paese.
Certamente a #Grignaschi&Company interessa solo avere la totale libertà di “esplorare l’inesplorabile”, come ha affermato nella riunione del 5 dicembre al Tavolo Ministeriale, per poter realizzare, senza controllo alcuno, qualsiasi tipo di sperimentazione sugli animali! E se li nomini in un comunicato questi personaggi si innervosiscono, se li chiami VIVISETTORI! E in quale altro modo possono essere chiamati? Falsi scienziati, quali sono? Non sono degni di essere definiti ricercatori coloro che vogliono ancora nel 2020 sfruttare e torturare esseri viventi per xenotrapianti e sostanze d’abuso, pratiche ignobili e orrende abbandonate da anni nel resto del mondo!
E così tentano di confondere l’opinione pubblica sulla vicenda dei 6 macachi di Parma, addirittura cercando di barattarli con la “liberazione dei 9 macachi” avvenuta nella dolce atmosfera delle feste natalizie! E tanti ci hanno creduto, animalisti compresi!
In questi mesi abbiamo organizzato presidi e manifestazioni davanti al Parlamento, al Ministero della Salute, davanti alla sede della Rai, abbiamo realizzato convegni, conferenze, abbiamo incontrato dirigenti e tecnici del Ministero della Salute, politici, giornalisti, abbiamo realizzato iniziative come la pagina social di Facebook “Io Sono Un Macaco” con foto e video per far conoscere la vicenda dei 6 macachi di Parma. In questi giorni stiamo promuovendo l’azione di mailbombing rivolta al #MinistroSperanza per chiedergli una maggiore consapevolezza e correttezza istituzionale in merito alla vicenda della proroga per gli xenotrapianti e sostanze d’abuso, qualora costui non li avesse già inventariati nelle pessime scelte fatte dal suo dicastero, immolando migliaia di animali sull’altare delle solite connivenze e convenienze politiche. Ma non basta, sono troppi e troppo forti gli interessi economici dell’esercito del “male politico” e non solo. Noi abbiamo ancora tanto lavoro da realizzare, e lo faremo.
Ecco, ora puoi facilmente comprendere CHI SONO GLI INFAMI. Ma fai attenzione ad individuarli, possono trovarsi da una parte e dall’altra… Si possono nascondere dietro una laurea, una cattedra, un sorriso e una stretta di mano, o dietro la solita promessa, in un ufficio istituzionale o per la strada.
Noi non abbandoneremo questo progetto, continueremo a lottare senza sosta, sempre per difendere il diritto alla vita di ogni essere vivente, non tanto per il conclamato fallimento generazionale della vivisezione (o ricerca scientifica con gli animali), ma perché è scientificamente sbagliato ed eticamente pessimo torturare esseri viventi, anche solo per l’ipotesi che possano servire ad uno scopo scientifico. E’ SBAGLIATO! E’ importante continuare ad inviare lettere al #MinistroSperanza alla mail: segreteriaministro@sanita.it ogni giorno, cambiandone l’oggetto. Vi chiediamo di condividere ed invitare amici e conoscenti a fare altrettanto, realizzando brevi video rivolti al Ministro e poi pubblicarli sui profili social, sulla pagina Io Sono Un Macaco, consapevoli che la battaglia è durissima, ma sottolineando che il servizio del TG2 è un segnale: le tante iniziative e pressioni agite in questi mesi hanno mosso le attenzioni di chi ha potere! Puoi unirti a noi, oppure no, decidi tu, tra poco inizieranno a torturare i 6 macachi a Parma, come già stanno facendo in tanti stabulari e laboratori, e a noi questo abuso non piace, non ci fermeremo mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *